International EVO Competition for the best extra virgin olive oil and the best olive landscape

Regolamento

Concorso internazionale per il miglior olio extravergine ottenuto da un paesaggio olivicolo di qualità.

Promosso dall’associazione MolisExtra

 

Bando

Premessa

 

Il concorso è un premio internazionale innovativo e particolare che, oltre a premiare il miglior olio extravergine, intende premiare la qualità del paesaggio connesso.

L’olivo non è solo l’albero da cui si ottengono le olive e il suo conseguente olio extravergine, che rappresenta ad oggi la base dell’alimentazione mediterranea.

E’ riconosciuto da tutti un elemento indispensabile per un’alimentazione sana; è un simbolo potente della storia e della cultura mediterranea; è, infine, elemento caratterizzante del paesaggio rurale di tutti i paesi del bacino mediterraneo e sempre di più anche di altri continenti, dall’America all’Oceania.

Il concorso per oli extravergini e paesaggi olivicoli, Extrascape, nasce proprio per valorizzare l’aspetto paesaggistico e culturale della coltura olivicola, il suo profondo legame con il territorio e la sua potenziale importanza in circuiti turistici che puntino a valorizzare una conoscenza vera e approfondita del territorio attraverso i suoi prodotti, la sua storia e la sua cultura.

Accanto a questo c’è l’intento di organizzare una rete internazionale per difendere e valorizzare i paesaggi olivicoli, in sintonia con l’applicazione della Convenzione Europea del Paesaggio.

L’iniziativa prevede l’organizzazione di un concorso internazionale dalla duplice anima.

Oltre a valutare la qualità organolettica degli oli extravergini provenienti dalle diverse latitudini, vuole mettere a confronto e valorizzare anche il paesaggio olivicolo, premiando per la prima volta le caratteristiche di “una determinata parte di territorio” destinata alla coltivazione dell’ulivo.

 

Art. 1: ORGANIZZAZIONE

 

Il concorso è realizzato dall’associazione MolisExtra in collaborazione con il Comune di San Martino in Pensilis e con il patrocinio della Regione Molise,  l’Unioncamere Molise e con il contributo dell’Unità di Ricerca Paesaggi del Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza, Università di Roma, Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio, Università del Molise e il Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia, Università degli Studi della Tuscia ed il contributo tecnico del Corpo Forestale dello Stato.

La lingua ufficiale, per il concorso internazionale, oltre all’italiano, è l’inglese.

 

Art. 2: OBIETTIVI

 

EXTRASCAPE è un concorso internazionale organizzato per raggiungere i seguenti obiettivi:

  • premiare i migliori oli extravergine di oliva provenienti da tutto il mondo;
  • premiare e valorizzare il paesaggio olivicolo come importante elemento del territorio sotto il profilo agronomico, economico, turistico e culturale;
  • promuovere il legame dell’olivicoltura con il territorio;
  • promuovere verso le eccezionali qualità dell’olio extravergine d’oliva prodotto nei diversi paesi nel mercato internazionale;
  • organizzare una rete di relazioni intorno al paesaggio olivicolo anche in collaborazione con associazioni già esistenti;
  • incoraggiare e favorire lo sviluppo di un turismo dell’olio soprattutto nelle maggiori regioni produttrici d’Italia;
  • promuovere le aziende vincitrici verso potenziali importatori, nei mercati internazionali e tra i media.

 

Art. 3: FASI

 

Il Concorso si articola nelle seguenti fasi:

  1. Iscrizione delle aziende partecipanti secondo le modalità previste dal successivo articolo 6;
  2. valutazione dell’olio:

reperimento degli oli e preparazione e armonizzazione dei campioni da parte di una commissione di preselezione indipendente dal gruppo di assaggiatori e dalla giuria;

assaggi dei campioni anonimi e prima selezione di oli non difettati da parte di una giuria di assaggiatori professionisti  con valutazione indicativa secondo i metodi del Consiglio Oleicolo Internazionale (COI).

 

  1. valutazione del paesaggio:

esame della documentazione prodotta e prima selezione di paesaggi “non compromessi” da interventi incongrui e/o detrattori ambientali;

 

  1. valutazione comparativa dell’olio e del paesaggio.

 

  1. i giudizi singoli e comparati, saranno elaborati da una giuria mista formata da assaggiatori professionisti, cuochi, giornalisti di settore, esperti disciplinari, agronomi, economisti, paesaggisti, che valuteranno congiuntamente gli oli e i paesaggi e li classificheranno attribuendo un punteggio secondo le modalità previste dal successivo articolo 9;

 

  1. premiazione con cerimonia solenne il 9 maggio 2018

 

 

Art. 4: PARTECIPANTI – PRODOTTI E PAESAGGI – ARCHITETTURE E STRUTTURE

 

Possono partecipare tutti i produttori di olio extravergine di oliva in forma singola e/o associata.

Poiché il rapporto prodotto – paesaggio è elemento fondativo e caratterizzante del concorso, tutti i partecipanti devono indicare con precisione, illustrare e dimostrare la provenienza territoriale del prodotto.

Oltre al territorio preciso di provenienza delle olive, i partecipanti devono illustrare l’intera azienda, con particolare attenzione ai manufatti architettonici presenti (residenziali e di servizio) e/o il frantoio e tutte le strutture di lavorazione e preparazione del prodotto.

È previsto un riconoscimento speciale per la qualità dell’architettura nel contesto paesaggistico.

Sono ammessi gli oli extravergini italiani regolarmente etichettati come tali, sia Dop che non Dop, con i relativi paesaggi.

Per gli oli stranieri senza indicazione di origine riconosciuta (Zona geografica riconosciuta (DOP, IGP, IG, AOC, AOP, DOP, IGP, DOG, DOP, IPG)), i produttori si impegnano a fornire una analisi chimica degli acidi grassi liberi non più vecchia di 120 giorni dalla data di presentazione del campione. Per essere considerati oli extravergine di oliva, il livello di acidi grassi liberi non deve essere superiore al 0,8% e l’indice dei perossidi inferiore a 20 (Reg. CE 2568/91 e successive modifiche ed integrazioni).

 

Art. 5: CATEGORIE

 

Il Concorso è articolato nelle seguenti categorie:

  • miglior olio extravergine di oliva fruttato leggero;
  • miglior olio extravergine di oliva fruttato medio;
  • miglior olio extravergine di oliva fruttato intenso;
  • miglior olio extravergine di oliva da agricoltura biologica fruttato leggero;
  • miglior olio extravergine di oliva da agricoltura biologica fruttato medio;
  • miglior olio extravergine di oliva da agricoltura biologica fruttato intenso;
  • Gran Premio Extrascape

Nelle categorie indicate, possono partecipare tutti gli oli extravergine di oliva del mondo che hanno un imballaggio commerciale (confezionati ed etichettati a norma di legge).

Non sono ammessi oli aromatizzati o che contengano ingredienti diversi dal solo olio extravergine di oliva.

Le categorie per il paesaggio sono:

  • miglior paesaggio olivicolo tradizionale;
  • miglior paesaggio olivicolo moderno e contemporaneo innovato.

Le categorie per l’architettura (indipendentemente dal tipo) sono

  • Recupero e riqualificazione
  • Nuove edificazioni (ultimo ventennio)

Art. 6: ISCRIZIONI

I partecipanti dovranno far pervenire tramite posta o altri vettori certificanti, entro le ore 12 del 3 maggio 2018 al seguente indirizzo:

Segreteria Organizzativa Concorso Internazionale ExtraScape,
presso Terrevere Srls  – via Marina, 228/C  86046  San Martino in Pensilis (CB) Molise 
ITALIA.

  • Il modulo di iscrizione allegato al bando, regolarmente compilato;
  • La scheda descrittiva allegata al bando, regolarmente compilata e corredata della documentazione richiesta;
  • la ricevuta del versamento della quota di iscrizione
  • numero 3 bottiglie per ogni tipologia di olio a concorso nella loro confezione commerciale

Sul plico dovrà essere riportata l’intestazione del Concorso  EXTRASCAPE – Concorso internazionale per il miglior olio extravergine ottenuto da un paesaggio olivicolo di qualità.

La quota di iscrizione è pari a € 60,00 (sessanta/00) per ogni campione di  olio, paesaggio ed eventuale  struttura  iscritta concorso.

La quota di iscrizione copre le spese amministrative e di segreteria, il costo dei panel e della giuria.

Restano a carico dei produttori le spese di trasporto e consegna delle bottiglie inviate.

Tutti i partecipanti riceveranno una conferma dell’avvenuta iscrizione tramite l’indirizzo di posta elettronica indicato.

Gli oli d’oliva non in regola con i pagamenti dei costi di iscrizione non saranno accettati per il concorso.

 

Art. 7:  VALUTAZIONE E CLASSIFICAZIONE

 

Dopo la verifica dell’iscrizione al concorso con tutti i documenti che accompagnano il campione e dopo aver verificato la conformità del campione a tutte le normative vigenti:

  • ANALISI ORGANOLETTICA,
    gli oli saranno anonimizzati e sottoposti ad assaggio selettivo da parte del panel dell’ARSIAM (Agenzia Regionale di Sviluppo Agricolo del Molise) e poi alla valutazione della giuria guidata dal Capo Panel del panel della Camera di Commercio del Molise, sig. VITOR FRATINI secondo un’apposita scheda di valutazione con un sistema a punti (da 0 a 100 punti).
  •  VALUTAZIONE DEL PAESAGGIO
    Essendo il paesaggio e nello specifico il paesaggio agricolo-produttivo, il risultato del rapporto tra la natura e i differenti gradi di antropizzazione di essa, particolare attenzione sarà posta alla valutazione delle innovative soluzioni relative alle sistemazioni paesaggistiche e alla qualità intrinseca, alla compatibilità ambientale, alla contestualizzazione delle architetture realizzate, con particolare riferimento alla conservazione di manufatti di pregio e/o comunque con valore storico testimoniale e alla progettazione del nuovo.

Materiale obbligatorio richiesto ai partecipanti:

  • Ortofoto dell’azienda con relativo contesto (da google Earth)
  • relazione di 4000 battute spazi inclusi che illustra l’azienda
  • fotografie[1]

I paesaggi di provenienza del prodotto saranno valutati con particolare riferimento ai seguenti parametri, suddivisi in 3 categorie:

1- ILLUSTRAZIONE DEL CONTESTO

– livello di naturalità intrinseca e presenza di elementi di particolare rilievo naturalistico (corsi d’acqua, essenze arboree di pregio …)

– grado di complessità strutturale (architettura in rapporto con contesto naturale)

– livello di diversità delle specie presenti nel contesto (escludendo gli olivi)

– qualità delle sistemazioni del terreno

2- ORGANIZZAZIONE DELL’AZIENDA

– grado di funzionalità dell’agro-ecosistema deducibile dalla struttura aziendale,

– forma delle tessere coltivate,

– qualità dell’architettura dell’oliveto,

– diversità genetica dell’olivo,

– sostenibilità del modello produttivo

[1] Ad ogni parametro si richiede di associare almeno una fotografia.

 

La giuria valuterà secondo un’apposita scheda di valutazione con un sistema a punti (da 0 a 100).

La soglia minima per l’ammissione alla selezione finale è costituita dal punteggio di 60/100 per l’olio e 60/100 per il paesaggio.

Le valutazioni possono essere effettuate distinguendo le diverse categorie di paesaggio.

L’azienda vincitrice sarà l’azienda che ha totalizzato il punteggio più elevato in ragionevole equilibrio tra i due parametri (con uno scarto differenziale non superiore a 20 punti).

Indipendentemente dal giudizio olio-paesaggio, la giuria potrà individuare e segnalare l’azienda che si è distinta con la maggiore qualità degli interventi edili nel contesto.

 

Art. 8: LA GIURIA

 

L’organizzazione nominerà una giuria mista in base all’esperienza e all’interesse dimostrato verso l’olio extravergine d’oliva e sulle esperienze scientifiche e professionali relative al paesaggio.

La giuria sarà composta da undici membri: un presidente e 5 membri per l’olio e 5 per il paesaggio; i lavori della giuria saranno validi con la presenza di almeno 7 membri.

 

I membri del comitato organizzatore non potranno far parte della giuria.

 

Art. 9: RISULTATI GENERALI E PREMI

 

Tutti i partecipanti saranno informati, tempestivamente sui risultati del concorso.

Ai vincitori sarà assegnata una targa (o analogo riconoscimento ufficiale) un certificato che convaliderà la vincita.

 

Art. 10: PREMI SPECIALI

La giuria potrà proporre la premiazione di alcuni prodotti e o paesaggi in base a criteri non strettamente numerici.

Art. 11: DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

 

Il comitato organizzatore ha il diritto di effettuare controlli analitici degli Oli Extra Vergine di Oliva vincitori, mediante l’invio di un campione ad un laboratorio di analisi per certificare la conformità commerciale.

Un campione di tutti gli oli vincitori sarà conservato per 90 giorni per poter essere eventualmente controllato.

Tre mesi dopo la gara, tutti i campioni conservati saranno utilizzati in scuole, accademie o simili.

Il partecipante è responsabile di tutti i dati riportati sul modulo di iscrizione e il comitato organizzatore ha il diritto di verificarne l’autenticità. In caso di controversia saranno testati i campioni originali conservati dal comitato.

In caso di controversie legali, l’unico foro competente è quello di Larino a prescindere dalla nazionalità del partecipante.